Argomenti

Articoli recenti

Sostieni ACTA

Fai valere i tuoi diritti di freelance! Sostieni Acta e assicurati un futuro lavorativo migliore grazie a vantaggi, convenzioni e maggiori tutele.

Insieme Salute: buone notizie dall’assemblea 2018

31 maggio 2018 Acta informa, Malattia

Soci in crescita, strutture convenzionate in aumento, solidità patrimoniale. E molto alta la soddisfazione di chi ha usufruito delle prestazioni sanitarie. 

Il 19 maggio 2018 si è tenuta l’assemblea annuale di Insieme Salute. Nel magnifico Salone degli Affreschi della Società Umanitaria, l’istituzione che da 125 anni è impegnata ad aiutare il prossimo. In una cornice molto bella, sono state tante le buone notizie, che testimoniano che il mutualismo è più che mai attuale per noi freelance, che non possiamo ancora contare su un welfare statale decente. Ma vediamo i dati più significativi.

Cresce la dimensione. Il numero di aderenti al 31/12/2017 ha registrato più di 16.400 soci; si è ulteriormente incrementato il patrimonio della Mutua, a garanzia di solvibilità e solidità; la rete delle strutture convenzionate, dove si hanno condizioni di favore, ha raggiunto il numero di 2.000. La Cassa Mutualistica Interaziendale, di cui Insieme Salute è socio promotore, che ha lo scopo di dare consulenza, gestire fondi sanitari e casse, ha raddoppiato nel 2017 la propria attività. Ottime notizie per chi già ha deciso di aderire ad Insieme Salute, ed un incentivo in più per farci un pensiero, se ancora non avete preso questa decisione. Qui tutte le informazioni per conoscere le coperture offerte e le condizioni agevolate per i soci Acta.

Un altro elemento che conferma la qualità di Insieme Salute è l’altissimo indice di gradimento: 9,2 su 10. Il questionario inviato ai soci che hanno usufruito di prestazioni sanitarie in forma diretta ha attribuito al lavoro della Mutua un punteggio di 9,2 su 10. Ecco un altro buon motivo per farci un pensiero.

L’Assemblea ha anche affrontato i temi legislativi: qualche novità, ma in sostanza siamo fermi al 1886! La legge del 3 agosto 2017 sul Codice del Terzo Settore, inquadra la Mutua come ente che ne fa parte e prevede nuovi obblighi e controlli da parte dei Ministeri del Lavoro, dello Sviluppo Economico e della Salute. Questo ha comportato alcune modifiche statutarie. Il principale riferimento legislativo rimane comunque la legge 3818 del 1886 e le modifiche ad essa apportate nel 2012.

Occhi aperti! Si è parlato infine della concorrenza scorretta di fondi negoziali che obbligano all’adesione intere categorie di lavoratori con regolamenti e gestioni poco trasparenti, spesso appaltate a compagnie di assicurazioni, e della presenza di sedicenti “mutue”, emanazione di compagnie assicurative o di gruppi economici. Su questo tema Insieme Salute monitorerà che gli interventi di vigilanza previsti mettano in evidenza chi non ha a che fare con i metodi e i principi delle società di mutuo soccorso. E noi di Acta che faremo? Continueremo a suggerire di aderire a Insieme Salute: una vera società mutualistica, con prestazioni sanitarie che soddisfano, e con una convenzione Acta che offre condizioni di adesione particolarmente vantaggiose.

 

ACTA

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Insieme Salute: buone notizie dall’assemblea 2018

di ACTA tempo di lettura: 2 min
0