Argomenti

Articoli recenti

Sostieni ACTA

Fai valere i tuoi diritti di freelance! Sostieni Acta e assicurati un futuro lavorativo migliore grazie a vantaggi, convenzioni e maggiori tutele.

Blog: Maternità

COVID-19: come richiedere il congedo parentale straordinario

In questo filmato vi illustriamo la procedura per richiedere l’indennità di congedo COVID-19, ovvero un congedo parentale straordinario previsto dal Decreto “Cura Italia” per aiutare i genitori lavoratori (dipendenti, autonomi e iscritti alla Gestione Separata INPS) con figli di età inferiore a 12 anni, vista la chiusura delle scuole e dei servizi per l’infanzia. Il […]

Leggi

Acta partecipa all’Alleanza per l’infanzia

Acta ha aderito all’iniziativa “Alleanza per l’infanzia”, che riunisce associazioni ed esponenti della società civile e del mondo della ricerca che condividono l’urgenza di nuove iniziative per genitori e bambini. Con il nostro contributo abbiamo allargato il focus ai genitori che sono lavoratori autonomi. Qui trovi le nostre proposte.

Leggi
festa della futura mamma

Festa della mamma: regalaci la tua storia di maternità

Le acque si stanno muovendo sul tema della maternità per noi mamme freelance. Tante storie possono rompere il silenzio: raccontaci la tua. È da sempre che ci interessiamo al tema della maternità per le lavoratrici indipendenti. Molte delle socie Acta sono mamme, come Samanta, autrice dell’ebook “Il welfare per freelance non è una leggenda metropolitana” in […]

Leggi

Indennità di maternità. Urge una riforma

L’indennità di maternità, una tutela base del nostro welfare, è stata progettata per un sistema in cui dominava il lavoro dipendente stabile. Negli ultimi 20 anni tuttavia c’è stata una fortissima crescita, presso le coorti in età fertile, delle donne che lavorano al di fuori del rapporto dipendente a tempo indeterminato e che non sono pienamente tutelate in caso di gravidanza, contribuendo a ostacolare e scoraggiare la scelta di maternità, in un paese in cui il tasso di natalità ha toccato il minimo storico.

Leggi

L’INPS ci è o ci fa?

Con i contributi versati alla Gestione Separata per l'assistenza (0,72%) garantiamo all'INPS cospicue entrate. Nel solo 2016 a fronte di un totale di oltre 120 milioni di euro di contributi assistenziali, sono state erogate prestazioni per 46 milioni di euro, poco più di un terzo, con un risparmio di ben 74 milioni di euro. Il sospetto è che non ci sia alcun interesse dell'INPS a ridurre questo risparmio, intervenendo sulle inefficienze che impediscono a molti freelance di accedere a un loro diritto.

Leggi

Laura, collaboratrice. Cronistoria di una pratica di maternità all’INPS

Pubblichiamo l'ennesima testimonianza di una socia alle prese con i malfunzionamenti della Gestione Separata INPS. Da collaboratrice in regola con i versamenti contributivi si è vista respingere la domanda di maternità a rischio (astensione anticipata) perché mancava il timbro su un certificato, anche se più operatori l'avevano rassicurata sulla completezza della documentazione presentata. Una storia che sta durando da più di un anno... Un diritto negato a causa di un sistema farraginoso e pieno di falle...

Leggi

Maternità freelance e vizi di forma: un’altra storia triste

Pubblichiamo in forma anonima la testimonianza di una nostra socia che si è vista rifiutare la maternità dall’INPS perché alla data della domanda non aveva ancora maturato il requisito minimo richiesto. Peccato che alle spalle abbia anni di versamenti regolari da dipendente, versamenti che per l’INPS non contano per l’accesso al welfare previsto per i […]

Leggi

Se cresci tu, cresco anche io!

Pubblichiamo di seguito la testimonianza di una nostra socia alle prese con l’indennità di maternità INPS. Eccomi qui con la mia storia che spero possa essere di aiuto e buon auspicio anche alle altre #mammefreelance che ci sono in Italia e che come me si sono imbattute nelle pratiche per la richiesta di maternità in […]

Leggi

Indennità di maternità. I 5 ostacoli alle freelance

Indennità di maternità: non tutte le freelance sanno di averne diritto. Quando ne sono informate incontrano numerosi ostacoli, perché l’informazione è carente, perché non è detto che si abbiano i requisiti contributivi e perché anticipi e saldi arrivano con forti ritardi rispetto al momento in cui sarebbero necessari. È quanto emerge da un sondaggio lanciato all’inizio […]

Leggi

L’INPS gioca a rimpiattino: primi effetti del nostro tweet bombing

Il nostro tweet bombing di venerdì 14 settembre ha avuto successo. La partecipazione è stata alta e l’hashtag #svegliaINPS è entrato in poco tempo nelle tendenze italiane di Twitter. Qui potete ripercorrere i momenti salienti. Oggi abbiamo ricevuto la prima risposta dell’INPS che – in modo piuttosto elusivo – scarica i suoi ritardi e le […]

Leggi
1 2 6