Argomenti

Articoli recenti

Sostieni ACTA

Fai valere i tuoi diritti di freelance! Sostieni Acta e assicurati un futuro lavorativo migliore grazie a vantaggi, convenzioni e maggiori tutele.

Editoria e audiovisivo: cosa è cambiato?

20 Maggio 2021 Lavoro, News

Editoria e audiovisivo sono settori in profonda trasformazione.
Che cosa è cambiato?

Il 2020 ha messo in luce tutta l’importanza della produzione culturale, disseminata dentro e fuori dalle piattaforme digitali, e la strutturale debolezza di chi lavora in questo comparto.

Così, nel 2021 Acta ha intrapreso un’indagine, in collaborazione con l’Università degli Studi di Verona e l’Università degli Studi di Milano, sulla condizione di lavoratori e lavoratrici nell’editoria libraria e nell’audiovisivo (produzioni cinematografiche e televisive, ma anche pubblicità e promozione di eventi) con focus specifico sulle regioni Lombardia e Veneto.

Si tratta di mercati in profonda trasformazione in seguito alla diffusione delle tecnologie digitali e all’ingresso di nuove tipologie di competitor.

Il ruolo delle cosiddette OTT, come Netflix e Amazon Prime nella distribuzione cinematografica, ma anche Youtube e altri canali social -sempre più rilevanti nella loro veste di canali pubblicitari-  è protagonista in una competizione che si gioca sempre più a livello globale, ma con riflessi tangibili su tutta la filiera delle produzioni locali.
La ricerca intende approfondire come cambia il modo di lavorare, gli inquadramenti contrattuali, le tutele, i compensi dei lavoratori di questi settori, farne emergere i problemi e le aspirazioni.
Per quanto riguarda l’audiovisivo, la ricerca si è dapprima mossa tramite interviste qualitative a vari professionisti della filiera e a esperti di settore, utili a delineare le trasformazioni in atto, ad individuare elementi di forza e debolezza a livello nazionale e locale, oltre che a tracciare una griglia concettuale su cui impostare il resto dell’indagine.

Infine, per  raccogliere dei dati qualitativi, è stato preparato un sondaggio online rivolto alle figure autoriali e di produzione: registi, sceneggiatori, videomaker, operatori di ripresa, montatori.

Per l’editoria libraria invece si è partiti dal lavoro svolto da Redacta.

Scopri di più sulle ricerca di ACTA (come quella sugli slash workers, ad esempio) navigando sul blog o iscrivendoti alla newsletter.

 

ACTA Ricerche

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Editoria e audiovisivo: cosa è cambiato?

di ACTA Ricerche tempo di lettura: 1 min
0