Argomenti

Articoli recenti

Sostieni ACTA

Fai valere i tuoi diritti di freelance! Sostieni Acta e assicurati un futuro lavorativo migliore grazie a vantaggi, convenzioni e maggiori tutele.

COVID-19: come richiedere il congedo parentale straordinario

7 Aprile 2020 Acta informa, Diritti, Maternità

In questo filmato vi illustriamo la procedura per richiedere l’indennità di congedo COVID-19, ovvero un congedo parentale straordinario previsto dal Decreto “Cura Italia” per aiutare i genitori lavoratori (dipendenti, autonomi e iscritti alla Gestione Separata INPS) con figli di età inferiore a 12 anni, vista la chiusura delle scuole e dei servizi per l’infanzia.

Il congedo prevede la possibilità di ricevere un’indennità massima di 15 giorni compresi tra il 5 marzo e il 3 maggio (nel nostro video si parla di 3 aprile perché antecedente alla proroga stabilita dal D.P.C.M. del 1° aprile 2020, il termine è stato prorogato inizialmente al 13 aprile e ora al 3 maggio per via del protrarsi della chiusura delle scuole). È probabile che la misura venga prorogata anche per i prossimi mesi o che vengano previste altre misure di sostegno alle famiglie con figli minori.

Il congedo COVID-19 può essere richiesto da uno dei genitori che compongono il nucleo familiare per l’intero periodo oppure può essere suddiviso tra i due genitori rispettando il limite di 15 giorni complessivi, ma in questo caso dovranno essere presentate due domande distinte e i periodi non dovranno sovrapporsi, ma alternarsi (!!!).

Per i figli di età fino ai 12 anni (non compiuti alla data del 5 marzo) è erogata un’indennità pari al 50% della retribuzione per i dipendenti o del reddito a seconda della categoria lavorativa di appartenenza. Per i freelance non è ben chiaro come sarà effettuato il calcolo. Abbiamo chiesto maggiori delucidazioni in merito all’INPS e siamo in attesa di risposte.

Il limite di 12 anni di età non sussiste per i figli con disabilità accertata.

Non sono richiesti minimi contributivi, tuttavia i collaboratori o i liberi professionisti con partita IVA dovranno essere iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata, mentre le altre tipologie di autonomi (artigiani e commercianti) dovranno essere iscritti alle casse INPS di appartenenza.

Inoltre, nel nucleo familiare entrambi i genitori devono essere lavoratori e non devono essere già beneficiari di strumenti di sostegno al reddito previsti in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa. Se uno dei due genitori è disoccupato o non lavora o percepisce un’indennità di maternità o un congedo parentale ordinario già in corso, non si avrà diritto al congedo COVID-19.

In alternativa al congedo COVID-19, i genitori possono presentare domanda di bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting. La scelta del bonus preclude la possibilità di fruire del congedo COVID-19.

ACTA

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

COVID-19: come richiedere il congedo parentale straordinario

di ACTA tempo di lettura: 2 min
0