Argomenti

Articoli recenti

Sostieni ACTA

Fai valere i tuoi diritti di freelance! Sostieni Acta e assicurati un futuro lavorativo migliore grazie a vantaggi, convenzioni e maggiori tutele.

Blog: Malattia

Genitorialità e malattia: domande di chiarimento all’INPS

Il 16 giugno 2021 all'interno di un tavolo delle associazioni professionali presso il CNEL sono intervenuti alcuni dirigenti INPS del Coordinamento Statistico illustrando dati di dettaglio sul gettito previdenziale e sulla spesa per prestazioni assistenziali dei professionisti iscritti alla Gestione Separata. Hanno chiarito inoltre l’utilizzo dell'avanzo di cassa che sappiamo essere significativo. L'occasione ci ha permesso di evidenziare le criticità che permangono nell'accesso a tutele fondamentali, come la malattia e la maternità, e di chiedere un ulteriore confronto.

Leggi

La quarantena continua a non essere uguale per tutti

I freelance sono ancora esclusi dall'indennità di malattia per la quarantena domiciliare: una discriminazione che, alla luce dell'attivo della Gestione separata, risulta ancora più grave.

Leggi

Per un welfare all’altezza dei tempi

Acta ha presentato alla Camera dei deputati la sua proposta per un welfare universale, che estenda la copertura di genitorialità, malattia e riduzione del reddito a chi ne è ancora escluso.

Leggi

Indennità raddoppiate per i freelance che si ammalano

Buone nuove sul fronte malattia per i freelance. Con la circolare n. 141 del 19 novembre 2019, l'INPS ha ampliato le tutele per malattia e degenza ospedaliera in favore degli iscritti alla Gestione separata e ridotto il requisito di accesso da 3 a 1 mensilità di contributi. Scopri nel dettaglio cosa ci spetta se ci ammaliamo.

Leggi

La tredicesima! Ovvero l’assegno ordinario di invalidità in chiave freelance

Pubblichiamo in forma anonima la testimonianza di una nostra socia che dopo varie peripezie e tanta pazienza è riuscita a ottenere l’assegno ordinario di invalidità per un periodo di malattia grave. Tanto i freelance non hanno diritto a nulla. Molti freelance sono ancora convinti di versare tanto e di non avere diritto praticamente a nulla. […]

Leggi

L’INPS ci è o ci fa?

Con i contributi versati alla Gestione Separata per l'assistenza (0,72%) garantiamo all'INPS cospicue entrate. Nel solo 2016 a fronte di un totale di oltre 120 milioni di euro di contributi assistenziali, sono state erogate prestazioni per 46 milioni di euro, poco più di un terzo, con un risparmio di ben 74 milioni di euro. Il sospetto è che non ci sia alcun interesse dell'INPS a ridurre questo risparmio, intervenendo sulle inefficienze che impediscono a molti freelance di accedere a un loro diritto.

Leggi

Malattia, maternità e altri diritti dei freelance

Se lavori in proprio sai che è meglio non ammalarsi perché ogni giorno a letto con la febbre è un giorno in meno di fatturato e son dolori (non solo articolari!). Se lavori in proprio e programmi di avere un figlio, forse pensi di farti un fondo bebè, perché la maternità/paternità, come la si intende […]

Leggi

Malattia e maternità: pochi freelance vi accedono, perché? Partecipa al sondaggio.

Solo pochi iscritti alla gestione separata dell’INPS accedono alle diverse prestazioni assistenziali, specie a quelle legate alla malattia. A fronte di uno 0,72% che versiamo sotto forma di contributi riceviamo indennità per uno 0,3%! Per capire le cause di questo sbilanciamento lanciamo un doppio sondaggio rivolto a chi ha fatto domanda per accedere a indennità di malattia e maternità.

Leggi

Quando ti svegli una mattina nella Cassa sbagliata…

La mia carriera lavorativa è iniziata nel secolo scorso (ho quasi 52 anni), quando non esisteva ancora un riconoscimento chiaro della figura dei freelance. Mi ricordo che i primi anni pagai una cosa chiamata “tassa sulla salute”, pari al 5% dell’imponibile. Era una prima forma di contributo al welfare imposta ai freelance. Ricordo che la […]

Leggi

Insieme Salute: arriva "Piano Ridotto". Ridotto nel costo, ma non nelle coperture più richieste

Per i soci Acta arriva PIANO RIDOTTO, la formula assistenziale di INSIEME SALUTE che garantisce i sussidi in caso di malattia domiciliare, ricovero ospedaliero e il rimborso dell’80% dei ticket in strutture convenzionate. A un costo davvero ridotto.

Leggi
1 2 3