Argomenti

Articoli recenti

Sostieni ACTA

Fai valere i tuoi diritti di freelance! Sostieni Acta e assicurati un futuro lavorativo migliore grazie a vantaggi, convenzioni e maggiori tutele.

Blog: Previdenza

Pensione delle donne e condizioni di lavoro al femminile

La rivista Una Città ha pubblicato gli interventi relativi al convegno “Età pensionabile e Welfare: ripensamenti e proposte“, organizzato da ACTA il 29 giugno 2009. Gli interventi sono scaricabili in formato .PDF qui Il Lavoro Invisibile (Prima parte convegno) con gli interventi di Piazza, Ponzellini e Gottardi; La pensione delle donne (Seconda parte convegno) con gli interventi di […]

Leggi

La grande beffa: aliquote più alte, pensioni più basse!

Con il 2010 ci sarà l’ennesimo aumento dell’aliquota INPS per gli iscritti alla Gestione Separata: l’ultima speranza che potesse esserci una correzione svanisce con la Legge Finanziaria.   Pagheremo il 26,7% del nostro reddito per NON avere una copertura malattia, per continuare a essere ESCLUSI dagli ammortizzatori sociali e per pagare le pensioni degli attuali […]

Leggi

Adempimenti fiscali e previdenziali differiti al 20 agosto

È in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 luglio 2009 che dispone il differimento a giovedì 20 agosto 2009 (termine originario 17 agosto, differito in quanto il giorno 16 agosto cade di domenica) degli adempimenti e dei pagamenti fiscali e previdenziali da effettuare con il […]

Leggi

ACTA replica al senatore Pietro Ichino

Nel recente dibattito sulle tutele del lavoro al femminile, i diritti associati alla maternità e le protezioni sociali per le lavoratrici svantaggiate, ACTA interviene con queste precisazioni: Oggi gli “svantaggi” legati al lavoro delle donne sono in gran parte legati: a un sistema di Welfare duale, che esclude tutte le lavoratrici non dipendenti da un’adeguata tutela […]

Leggi

Età pensionabile delle donne e Welfare di cura

ACTA partecipa a Convegno CISL “Età pensionabile delle donne e welfare di cura“. Venerdì 3 luglio alle 16, a Verona in Piazza Pozza 1 c/e Sala Ater ACTA riproporrà la proposta di riforma del sistema di Welfare presentata il 29 giugno. Scarica Invito e Programa (.PDF 1.4 MB).

Leggi

Convegno "Età pensionabile e nuovo Welfare"

Scarica l’Invito (.PDF). Durante il Convegno verrà presentata e discussa questa proposta di Riforma: Età pensionabile delle donne e riconoscimento del lavoro di cura Scarica dal sito ACTA la Proposta di Riforma (.PDF). Lo stesso documento si può prevelevare dai siti del CERP, Pietroichino.it e Nuovi Lavori. Dopo le elezioni si tornerà a parlare della necessità di equiparare […]

Leggi

Una categoria trascurata dal legislatore

Il senatore Pietro Ichino cita Acta in un’intervista a Italia Oggi sulle proposte di riforma previdenziale. Si legge nell’articolo a firma di Pamela Giuffré: Quando e come è nato il suo impegno a favore degli autonomi in generale e dei senz’albo in particolare? Conosco bene i problemi di questa categoria, per averne discusso a lungo con […]

Leggi

Il disegno di Ichino per riformare la Previdenza

Dopo una lunga gestazione, molto travagliata per le notevoli difficoltà tecniche della materia, il 29 aprile 2009 il senatore Pietro Ichino (PD) ha presentato alla Presidenza del Senato il Disegno di Legge n. 1540, per la riforma del sistema previdenzale per i lavoratori autonomi senza Cassa. Rispetto al testo precedente, questo testo è arricchito da una norma sulla possibilità di […]

Leggi

Chi mantiene l'INPS in attivo? Gli iscritti alla Gestione Separata!

Segnaliamo un interessante articolo di Giorgio Meletti, pubblicato su Corriere Economia di oggi lunedì 27 aprile 2009, dal titolo “I precari che mantengono l’INPS”, dove si pone la questione: “Chi paga le pensioni? Chi copre gli sbilanci provocati da una base demografica che, per alcune categorie, non rende possibile mantenere milioni di pensionati cui fanno da […]

Leggi

Pietro Ichino formula un Disegno di Legge sulla Gestione Separata

In particolare, accogliendo nostre precise proposte, il Progetto prevede: una riduzione della contribuzione in misura pari al 2,5% per ogni anno a partire dall’anno 2010 fino ad arrivare all’aliquota del 20% nel 2012; la rivalsa obbligatoria del 4%, esclusa dalla base imponibile IRPEF e dalla base imponibile ai fini IVA; l’accesso alla previdenza complementare a […]

Leggi
1 23 24 25