Argomenti

Articoli recenti

Sostieni ACTA

Fai valere i tuoi diritti di freelance! Sostieni Acta e assicurati un futuro lavorativo migliore grazie a vantaggi, convenzioni e maggiori tutele.

Blog: Proposta ACTA

Per un welfare all’altezza dei tempi

Acta ha presentato alla Camera dei deputati la sua proposta per un welfare universale, che estenda la copertura di genitorialità, malattia e riduzione del reddito a chi ne è ancora escluso.

Leggi

L’Italia ha bisogno di fosforo: Anna Soru risponde alle critiche di Costanzo Ranci

Dopo gli interventi di Dario Di Vico sul Corriere della Sera e di Roberto Ciccarelli sul Manifesto, anche Costanzo Ranci interviene sulla nostra piattaforma “L’Italia ha bisogno di fosforo.” E lo fa sulla Nuvola del Lavoro. Riportiamo alcuni stralci del suo post: … Acta propone la seguente soluzione. Distinguiamo, una volta per tutte, le P. […]

Leggi

Proposta ACTA per il lavoro professionale autonomo

Abbiamo preparato una proposta con cui partecipiamo al dibattito sulla Riforma del Mercato del Lavoro, portando il punto di vista del lavoro autonomo professionale. Nell’attuale discussione intorno all’introduzione di nuove norme a tutela del lavoro è assente una rappresentanza che porti la voce dei freelance. Noi siamo convinti che sia indispensabile e per questo mettiamo sul […]

Leggi

Siamo sempre presunti evasori. Ecco una proposta di ACTA per superare il pregiudizio

In Italia lavoratore autonomo è sinonimo di evasore fiscale. Da questa presunzione di colpevolezza derivano norme punitive sotto il profilo fiscale e l’esclusione dal sistema di Welfare. Proponiamo la possibilità di aderire volontariamente ad un sistema di trasparenza totale dell’attività svolta, in cambio chiediamo l’accesso al Welfare e un Fisco più equo. La proposta L’opinione […]

Leggi

ACTA incontra il Presidente della Commissione Lavoro alla Camera

Per l’occasione porteremo una proposta di Riforma sui temi del lavoro e delle pensioni. Il referente sarà l’onorevole Giulinao Cazzola, da sempre schierato contro l’aumento dei nostri contributi, e che a fine 2008 aveva cercato di opporsi all’incremento dell’1% delle aliquote previdenziali previste nel 2009, così come fu definito con il Protocollo sul Welfare. Il nostro […]

Leggi