Argomenti

Articoli recenti

Sostieni ACTA

Fai valere i tuoi diritti di freelance! Sostieni Acta e assicurati un futuro lavorativo migliore grazie a vantaggi, convenzioni e maggiori tutele.

Dai più forza ad Acta. Diventa socio 2012 ora!

1 Marzo 2012 Acta informa

Rivendichiamo cittadinanza ai diritti dei lavoratori professionali di nuova generazione. Interpretiamo il loro spirito di libertà e indipendenza. Promuoviamo la loro visibilità sociale e le iniziative che ne difendono i diritti. Viviamo della partecipazione e del contributo di tutti loro.

Lettera aperta al Governo Monti
Manifesto dei lavoratori autonomi
Acta incontra la Freelancers Union


Rappresentanza

Diamo voce ai diritti di un ceto sociale escluso dalle tradizionali forme di rappresentanza: ordini professionali, sindacati, associazioni imprenditoriali. Presidiamo i media tradizionali, la rete e promuoviamo iniziative di protesta.

Acta occupa la Triennale
Va in scena il Quinto Stato
IVA: una partita difficile


Conoscenza

Da anni svolgiamo attività di analisi e informazione sui temi centrali della condizione dei lavoratori professionali di nuova generazione: previdenza, diritti, fiscalità. Per rivendicare un moderno Stato sociale, eguale per tutti i cittadini.

Lo scandalo della Gestione Separata + approfondimento
La proposta Acta per il lavoro professionale
Penalizzati per legge.


Internazionalità

Lavoriamo in networking con le più prestigiose associazioni internazionali che rappresentano le istanze degli independent professionals in Europa e negli USA. Siamo sister organization di Freelancers Union e unico membro italiano di EFIP, European Forum of Independent Professionals.

Sister Acta
Acta incontra la Freelancers Union
Riuniti a Milano i freelancers europei


Servizi e presenza in rete

Offre servizi di consulenza, spazio per il coworking e convenzioni per i soci. Oltre all’attività redazionale che garantisce una costante presenza in rete con il nostro sito e i principali social network.

Domande e risposte
Spazio coworking
Convenzioni


Acta vive esclusivamente del lavoro volontario dei suoi iscritti e del contributo delle quote associative. E senza di questo nulla potrebbe fare per difendere i tuoi diritti.

Diventa socio 2012 ora! Con un semplice click.
Dai più forza ad Acta. Dai voce ai tuoi diritti.

ACTA

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. andrea

    sarei interessato a ricevere informazioni sulla vostra organizzazione,come ci si iscrive e sedi a Bologna.Ho 46 anni ,dopo le scuole sup e diversi lavoretti,qualche esame univ,servizio civile e qualche concorso,ho cominciato alla fine degli anni 80 un corso di falegnameria e restauro…dopo 20 anni mi ritrovo in una sorta di scacco matto,Il lavoro mi piace,ce n’è,anche se poco,ma il problema è la quantità di euro che occorrono per tenere aperta decentemente un’attività e condurre una vita “normale”… e gli incassi e le cifre che si possono chiedere senza perdere i lavori,non ultimo il tempo e lo spazio che servono per gestire decentemente il laboratorio.Non parlo neanche delle banche e del conto corrente(sono senza da qualche mese),non parlo delle utenze ENEL,TELEFONO,ASSICURAZIONI VARIE,non parlo delle adempienze FISCALI e CONTRIBUTIVE,non parlo della difficoltà/diffidenza a far capire ad amici,conoscenti e clienti la “geometria”della situazione.Non è più solo un problema di qualche 10%20% in più/in meno,ma qualcosa di più complesso e profondo che rende difficile capire cosa/come fare…non è più solo una questione di conti…non vedo all’orizzonte una classe politica che viva nella realtà e che possa inventarsi delle soluzioni e degli strumenti che accompagnino questa epoca con le complicazioni che molti normali si trovano ad affrontare tutti i giorni…
    cordiali saluti Andrea Pavani

    3 Apr 2012
  2. Elisa Marras

    Sull’incapacità della classe politica di comprendere la nostra funzione economica e i nostri problemi sono d’accordo con te. La verità è che fa comodo che le cose restino così: i lavoratori autonomi (quelli riuniti da Acta, ma non solo) non sono rappresentati da Confindustria perchè non sono aziende e tanto meno dai sindacati. Nella totale assenza di una rappresentanza con le istituzioni, siamo la vacca da mungere quando si tratta di aumenti delle aliquote ed esclusione da forme tutelative.. tanto chi può dire nulla, con voce alta a sufficienza da farsi sentire??
    Associarsi, fare network, condividere le idee e fare azioni insieme: questa è la strada proposta da Acta! Se vuoi aderire sei il benvenuto Andrea, segui i link presenti nel post, è spiegato tutto passo passo.

    5 Apr 2012

Lascia un commento

Dai più forza ad Acta. Diventa socio 2012 ora!

di ACTA tempo di lettura: 1 min
2