Scopri ACTA

Articoli recenti

Sostieni ACTA

Fai valere i tuoi diritti di freelance! Sostieni Acta e assicurati un futuro lavorativo migliore grazie a vantaggi, convenzioni e maggiori tutele.

Freelance di tutto il mondo, unitevi!

Acta nasce pensando al futuro del lavoro indipendente, e per questo da subito ha guardato oltre i confini nazionali: per capire le dinamiche sociali, ma soprattutto per creare rete anche a livello internazionale.

GEMELLATI CON LA FREELANCERS UNION AMERICANA

Come ci dice in questo videomessaggio da Brooklyn Sara Horowitz, fondatrice e presidente della Freelancers Union (FU) americana, “quello che sta avvenendo è che ora la gente capisce quello che andiamo dicendo da anni: il lavoro sta completamente cambiando. Oggi un lavoratore su tre è freelance”. Questa verità cambia totalmente la dinamica sociale. Sara e la FU lo hanno capito prima di tutti gli altri ed oggi organizzano più di 200.000 soci di diverse professioni, soprattutto nell’area di New York.

Per Acta la FU ha sempre costituito un modello da seguire: non solo incarna una forza sindacale, ma una vera e propria impresa sociale, che aiuta i lavoratori indipendenti a uscire dalla loro frammentazione e dal loro isolamento. Quando, nel 2012, Sara è venuta in Italia per avviare il percorso di gemellaggio sino al riconoscimento di Acta come Sister Organization, ci siamo sentiti non solo onorati, ma anche confermati nel nostro cammino.

RAPPRESENTATI NELL'EUROPEAN FORUM OF INDIPENDENT PROFESSIONALS

Acta ha sempre pensato che fare rete anche a livello europeo sia fondamentale: è qui che molte cose ormai si decidono, anche nelle politiche del lavoro. Siamo stati fra i fondatori di EFIP nel 2010 e oggi siamo fra i partner più attivi: la nostra Francesca Pesce è vicepresidente dal giugno del 2014 e promotrice nel 2016 della prima European Freelancers Week, un’iniziativa che dato il grande successo riscosso diventerà annuale: un punto d’incontro fra tutte le organizzazioni e i freelance europei, in collaborazione con le reti di coworking attive in Europa.

Di particolare interesse è stata anche la ricerca sugli iPROS, gli European independent professionals, affidata alla prof.ssa Patricia Leighton sulla condizione dei lavoratori autonomi europei durante la crisi. La trovi riassunta in questo executive summary che ben inquadra la nostra condizione in una prospettiva più ampia, sia geograficamente che temporalmente.

Fare rete fuori dai confini nazionali ha molti vantaggi, ma costa. SOSTIENI L’ATTIVITÀ DI ACTA: DIVENTA SOCIO OGGI STESSO!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi