Argomenti

Articoli recenti

Sostieni ACTA

Fai valere i tuoi diritti di freelance! Sostieni Acta e assicurati un futuro lavorativo migliore grazie a vantaggi, convenzioni e maggiori tutele.

#domandeindipendenti

I lavoratori indipendenti, chi sono e cosa vogliono

Il 9 febbraio, nella prestigiosa sede della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli a Milano, Acta presenterà la ricerca: I-WIRE Independent Workers and Industrial Relation in Europe, la prima indagine condotta a livello europeo che analizza le tendenze dei nuovi lavoratori autonomi, unitamente all’introspezione, sulle azioni degli intermediari di questo mercato del lavoro autonomo, cioè sulla rappresentanza, nella complessità dell’europeismo.

Oggi in Italia sono 4 milioni e mezzo gli italiani con lavori indipendenti, una categoria in forte crescita, sia nel nostro paese che in tutto il mondo occidentale. Sarà il lavoro del futuro, quindi è fondamentale fare, da subito, delle riflessioni economiche e politiche specifiche, partendo da dati empirici riconosciuti. In riferimento ai risultati del nostro sondaggio, rivolgeremo quindi ai candidati che partecipano alla competizione elettorale 5 domande strategiche per avere risposte concrete.

L’incontro è pubblico, aperto a tutti e gratuito.

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Milano, Viale Pasubio 5

9 febbraio – ore 15.30 – 18.00 – Sala Lettura 5° piano 

PROGRAMMA

Caterina Croce • Responsabile ricerca Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

“Saluto e presentazione Jobless Society Forum (3a edizione)”

Cristina ZanniConsigliere Acta presenta:

“I-WIRE Independent Workers and Industrial Relations in Europe”

Anna SoruPresidente Acta presenta:

#domandeindipendenti

Le risposte delle forze politiche

Introduce e modera:

Rita QuerzéEditorialista del Corriere della Sera

Intervengono:

Stefano BuffagniMovimento 5 Stelle

Chiara GribaudoPartito Democratico

Stefano CandianiLega Nord

 

Ecco in sintesi le nostre #domandeindipendenti:

  1. Welfare: ampliare l’indennità di malattia e universalizzare la maternità.

Allargare la platea dei beneficiari a chi ha versato 3 mensilità di contribuzione su un arco temporale maggiore rispetto agli attuali 12 mesi e ampliare la definizione di malattie gravi. Istituire un’indennità di maternità universale.

  1. Fisco: stessa no tax area uguale per tutti i lavoratori a 10.000 euro.

Omogeneizzare i meccanismi di detrazione fiscale di tutti i lavoratori e innalzarli a tutti a 10.000 euro. Estendere ai lavoratori autonomi il bonus degli 80 euro.

  1. Equi compensi: partire subito dalla Pubblica Amministrazione.

Stabilire parametri di equi compensi e dare giusto valore alle prestazioni professionali, partendo con un tavolo di lavoro tra ARAN e associazioni del lavoro professionale autonomo.

  1. Pensioni: misure di tutela per gli effetti del sistema contributivo.

Intervenire da subito con misure che garantiscano una pensione dignitosa a giovani e non giovani, che avranno una pensione solo contributiva, nella prospettiva dell’equità intergenerazionale.

  1. Rappresentanza: bandi aperti a tutti i professionisti senza restrizioni.

Riconoscere ai professionisti che ne hanno titolo professionale pieno diritto alla partecipazione ai bandi pubblici, senza restrizioni legate ad appartenenza ad ordini o alla legge 4/2013.

Per ulteriori dettagli sulle nostre proposte per il lavoro autonomo, consulta la nostra piattaforma 2018.

Qui invece trovi i materiali dell’evento: locandina, programma e comunicato stampa.

Segui l’evento su Facebook “Independent Workers: chi sono e cosa vogliono“: ci sarà la diretta in streaming e il live tweeting @actainrete.

 

 

 

 

ACTA

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi