Acta l'associazione dei freelance

Festa di SMart, racconto di un actiano

| 4 luglio 2016 | LETTO: 38 VOLTE | UN COMMENTO | Autore: | SHORT URL |

Ho portato i saluti di Acta alla festa di SMart (Société Mutuelle des Artistes). Più di 300 persone, venute da 9 diversi paesi europei, si sono date appuntamento a Bruxelles alla sede generale di rue Féron 70 per un’assemblea in cui si è discusso del futuro della Società e della sua trasformazione in cooperativa. Ci sono state tavole rotonde, cui ho partecipato, incontri a gruppi, scambi di esperienze. C’era da bere e da mangiare, c’era musica, performances artistiche. Tra le molte pubblicazioni in vendita sui banchetti c’era anche, fresca di stampa, la traduzione francese del mio scritto sul movimento dei freelance, che SMart ha voluto rendere disponibile per i suoi soci. Un grande onore.

A stare lì in mezzo mi è venuta spontanea una riflessione (vi farà sorridere forse): in questo momento in cui l’Europa del dumping sociale, dello strapotere delle banche, della stagnazione, l’Europa senza futuro per giovani e per vecchi, sta andando a pezzi, lì ho visto un’altra Europa, giovane, idealista ma con i piedi ben saldi per terra, innovativa, solidale e tranquillamente ottimista. Acta viene riconosciuta come parte integrante di tutto questo. Non è bellissimo?

Sergio

28 giugno 2016

festa-SMart-2016-3

festa-SMart-2016-2

festa-SMart-2016-4

Sara-Heusch-Sergio-Bologna-Julek-Jurowicz
Sara Heusch (SMart), Sergio Bologna (cofondatore Acta), Julek Jurowicz (cofondatore SMart)

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

UN COMMENTO »