Acta l'associazione dei freelance

Prima udienza Fregosi VS Inps

| 3 novembre 2015 | LETTO: 262 VOLTE | UN COMMENTO | Autore: | SHORT URL |

Il 27 ottobre si è svolta a Grosseto la prima udienza della causa tra Daniela Fregosi e l'Inps riguardante la mancata tutela della malattia grave.

L'avvocata Lara Aranzulla al termine dell'udienza ci ha spiegato com'è andata.

Il giorno 27 ottobre il giudice del lavoro del tribunale di Grosseto, Dott.ssa Antonella Casoli, ha richiesto l'esposizione dei fatti e dei motivi di diritto alla base del contenzioso pendente tra la Sig.ra Fregosi (Afrodite K) e l'INPS, ma non si è ancora espressa relativamente alle eccezioni di illegittimità costituzionali da noi sollevate attraverso il deposito del ricorso.

L'udienza è stata rinviata al 28 giugno 2016 per la discussione su tali eccezioni.

Nel frattempo rimaniamo fermi sulle nostre convinzioni e in particolare:

  • che al finanziamento di un onere debba corrispondere un'indennità, mentre non è stato così in passato per la malattia del lavoratore autonomo con partiva Iva (a cui il versamento contributivo è stato richiesto a prescindere);
  •  che una malattia grave, evento involontario paragonabile ad un evento calamitoso, non può essere trascurato ai fini contributivi;
  • che i 61 giorni totali nell'arco dell'anno solare sono un periodo insufficiente per un lavoratore autonomo che si ammala gravemente.

Quest'ultimo aspetto, nel caso specifico, è provato ampiamente considerando che un anno (365 giorni) dedicato ad interventi chiururgici, complicazioni post-chirurgiche, visite mediche specialistiche, trattamenti fisioterapici ed esami diagnostici è forse una base temporale quasi usuale per un evento tumorale.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

UN COMMENTO »