Acta l'associazione dei freelance

Il valore dei nostri versamenti diminuisce, ma l'aliquota aumenta

| 6 novembre 2014 | LETTO: 1.370 VOLTE | 3 COMMENTI | Autore: | SHORT URL |

Il Sole 24 Ore di oggi segnala che per la prima volta la rivalutazione di quanto versiamo per la pensione sarà negativa. In sostanza ciò che abbiamo messo da parte si svaluta. Da anni le rivalutazioni erano ridicole, quest’anno il valore addirittura diminuisce.

E in questo contesto nessuno si è preoccupato di intervenire per bloccare l’aumento della contribuzione degli iscritti alla gestione separata INPS, che da gennaio 2015 passerà dall’attuale 27,72% al 29,72% (e poi gradualmente sino al 33,72%). Nella legge di stabilità oltre 500 milioni sono stati stanziati per ridurre la contribuzione di commercianti e artigiani, ma niente per i freelance iscritti alla gestione separata, gravati da una contribuzione già oggi molto superiore a quanto versano tutti gli altri autonomi (artigiani e commercianti versano poco più del 22%, professionisti con ordini dal 10 al 18%) e anche più di quanto versano i dipendenti.

Insomma ci chiederanno di versare ancora di più, ben sapendo che comunque non avremo pensioni dignitose, perché i nostri soldi servono a coprire i buchi del bilancio INPS causati da altre gestioni previdenziali.

caduta_libera

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

3 COMMENTI »