Argomenti

Articoli recenti

Sostieni ACTA

Fai valere i tuoi diritti di freelance! Sostieni Acta e assicurati un futuro lavorativo migliore grazie a vantaggi, convenzioni e maggiori tutele.

Fritto misto alla romana

Il trionfo di quei due vassoi di fritto alla romana (fiori di zucca, mozzarella, supplì, arancini, baccalà…), arrivati al tavolo del dopoteatro, è stato il degno tributo a quell’altro trionfo: quello del gruppo Acta di Roma al Macro. Cosa c’entra il fritto con Acta? C’entra, c’entra: a Milano per il dopo-esibizione siamo andati in pizzeria e tutti hanno preso la pizza, anche a Roma siamo andati in pizzeria ma la pizza non l’ha presa nessuno. Voglio dire che ogni territorio ha le sue peculiarità e che l’intelligenza dell’associazione è quella di capirle e interpretarle. Così bene, anzi molto bene, hanno fatto gli organizzatori del “sommovimento” romano nella preparazione dell’evento: dalle parole della comunicazione, alla scelta delle testimonianze, allo spazio lasciato agli interventi. E bene hanno fatto Anna e Sergio nelle loro esposizioni e repliche, presentando gli argomenti focali dell’associazione. A Milano, forse, non ci sarebbe stato spazio per tutti e ci saremmo irrigiditi attorno ad alcuni interventi di sindacalisti senza vergogna che rivendicano ruoli inesistenti. Forse perché a Milano c’è più pragmatismo e a Roma più ideologia. Così a Roma, dove è difficile anche decidersi sull’orario (prima delle sette la gente non arriva ma dopo le otto non si trattiene), c’è stato un happening miracoloso, aperto e inclusivo, dove tutti hanno trovato spazio. Perché questa era la modalità per conoscersi e trovare l’accordo sugli obiettivi, niente affatto scontati.
Acta cresce e si sviluppa nei territori, a luglio si replicherà a Bologna e poi, chissà, potrebbe esserci il Veneto o la Toscana, o ogni altro luogo dove un gruppo actiano disponibile e interessato riesca a inventarsi e costruire un momento di aggregazione per il proprio territorio e al quale il gruppo milanese potrà dare una mano e i cui soci saranno sempre ben lieti di partecipare. Mi rendo conto che parlo per me, che già pregusto un piatto di riso e bisi o di bistecca con fagioli all’uccelletto.

,

ARTICOLI CORRELATI

1 Commenti

  1. Adele Oliveri

    Grazie Elsa, un bellissimo commento a una splendida serata! Ti dirò, l’aspetto eno-gastronomico è un po’ una costante di tutte le riunioni del gruppo romano. Motivo in più per venirci a trovare alla prossima occasione… 🙂

    19 Mag 2011

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi