Acta l'associazione dei freelance

Supera l'isolamento con il networking ACTA

| 1 aprile 2011 | LETTO: 1.463 VOLTE | 2 COMMENTI | Autore: | SHORT URL |

Ormai è evidente a tutti. Un network efficace è utilissimo per il lavoro. Soprattutto se lavoriamo in autonomia, da soli, tra le mura della nostra casa o del nostro studio, slegati da un contesto organizzato. Il network può aiutare ad accedere velocemente alle informazioni, creare occasioni di confronto costruttivo, aprire a nuove opportunità di mercato, stimolare sinergie e partnership. In definitiva può contribuire in molti modi alla crescita professionale.

Per questo da tempo i soci ACTA chiedono di trasformare la rete associativa in una rete professionale, valorizzando la compresenza in ACTA di professionalità eterogenee. Il rapporto fra professionisti provenienti da ambiti distinti, spesso complementari e reciprocamente funzionali, può infatti innescare dinamiche di confronto, analisi critica e messa in discussione di saperi e credenze, per attivare contaminazioni e in definitiva stimolare l’innovazione. Oppure può aiutare a sviluppare collaborazioni sinergiche o anche a trovare nuovi clienti.

Una trasformazione che può essere un’occasione importante di crescita anche per la stessa associazione, che può cercare di costruire un sistema di servizi, senza dotarsi di una struttura “pesante”. Come? Occorre superare il modello tradizionale che vede il socio come fruitore passivo di servizi e fare in modo che siano i soci stessi ad attivarsi per erogare servizi ad altri soci. Potenzialmente tutti i soci possono costituire importanti contatti, ma la trasformazione di tali contatti in una vera rete che origini processi di scambio e cooperazione presuppone la conoscenza e lo sviluppo di legami di reciproca stima e fiducia.

Il ruolo che l’associazione può svolgere è quello di facilitare i contatti e di creare occasioni per approfondire la reciproca conoscenza, oltre quelle che caratterizzano la normale vita associativa (riunioni, seminari e altri eventi). Un primo passo in questa direzione è stato l’organizzazione di aperitivi periodici e la costituzione di uno spazio di coworking nella nostra sede di Milano, che al giovedì è liberamente a disposizione di tutti i soci. Il prossimo passaggio è l’organizzazione il 7 aprile di un Networking Day riservato ai soci.

Sarà un incontro specificamente diretto a presentarci, spiegare il nostro lavoro e scambiarci referenze utili ad allargare le nostre opportunità di business. Con le foto e i biglietti da visita dei partecipanti sarà costituita una bacheca fisica, in attesa di riuscire ad organizzare anche una bacheca virtuale, sempre riservata ai soci, ma aperta anche a tutti i non milanesi.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

2 COMMENTI »