Acta l'associazione dei freelance

Veltroni a Torino cita ACTA e sostiene un fisco a favore del Quinto Stato

| 22 gennaio 2011 | LETTO: 1.686 VOLTE | 2 COMMENTI | Autore: | SHORT URL |

''Un fisco a favore del Quinto Stato, delle donne e della famiglia'' è una proposta fatta da Walter Veltroni al Lingotto di Torino, oggi sabato 22 gennaio, all'assemblea del Partito Democratico.

Anche a proposito del fisco c'e' poco da difendere e molto da cambiare.

L'azione di riforma fiscale deve essere iscritta, pena il suo fallimento, in un contesto di riqualificazione e riduzione della spesa pubblica. Con l'occhio rivolto, al tempo stesso, alla qualita' sociale e alla produttivita' del sistema. Tre esempi basteranno, per dare l'idea.

Il primo: l'allarme e' stato di recente rilanciato dal Manifesto del Quinto Stato di ACTA, l'associazione dei lavoratori/partite IVA del terziario avanzato, che denunciano le distorsioni di un sistema fiscale che non riconosce la loro specificita'. Il nostro sistema e' infatti organizzato solo attorno alle due tradizionali componenti: lavoratori dipendenti e autonomi.

E' ora che irrompa, per ragioni di giustizia e di equita', questo nuovo soggetto: i lavoratori delle partite Iva, tanta parte del tessuto produttivo italiano.

Puoi sentire la registrazione su radio radicale dalle 11.29  in avanti. Qui il testo intero del discorso.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

2 COMMENTI »