Acta l'associazione dei freelance

Un nuova denominazione per il Forum dei professionisti indipendenti europei

| 16 ottobre 2010 | LETTO: 13.624 VOLTE | NESSUN COMMENTO | Autore: | SHORT URL |

L’Independents Forum of Europe, il forum dei professionisti indipendenti europei, ha cambiato denominazione. Durante una riunione tenutasi a Bruxelles lo scorso 14 settembre, i membri dello Steering Group, di cui anche ACTA fa parte, hanno deciso a che a decorrere dal 1° ottobre l’organizzazione si chiamerà European Forum of Independent Professionals (EFIP).

La nuova denominazione riflette più accuratamente l’insieme diversificato di professionalità che l’EFIP aspira a rappresentare. Gli “Independent Professionals”, i professionisti indipendenti, non sono né datori di lavoro né lavoratori subordinati, ma lavoratori autonomi che svolgono un’attività in proprio: commercializzano personalmente i loro servizi ad alta intensità di conoscenza, contrattano direttamente con i propri clienti e perseguono in prima persona i propri obiettivi professionali. I professionisti indipendenti, chiamati anche freelance, imprenditori autonomi o microimprese, lavorano in una molteplicità di settori, fornendo servizi flessibili, altamente qualificati e con un forte contenuto di conoscenza principalmente alle imprese e al settore pubblico. Questi lavoratori autonomi fanno spesso parte delle cosiddette nuove professioni non regolamentate.

Lo Steering Group dell’EFIP, che include associazioni professionali provenienti da ogni parte d’Europa (tra cui Paesi Bassi, Belgio, Regno Unito, Francia, Irlanda e Italia), si è riunito a Bruxelles per discutere gli ultimi sviluppi del mercato europeo e determinare la strategia dell’organizzazione. Il Forum ha stabilito anche contatti con associazioni tedesche, spagnole e maltesi, che intende approfondire in tempi brevi.

La finalità dell’EFIP è sensibilizzare i rappresentanti politici di tutta Europa sul ruolo di fondamentale importanza svolto dai professionisti indipendenti nell’attuale congiuntura economica. John Niland, uno dei fondatori dell’EFIP, ha affermato: “L’economia del futuro sarà un’economia della conoscenza e i lavoratori cognitivi indipendenti saranno una forza trainante di grande importanza”. John Brazier, direttore di PCG – la maggiore associazione di lavoratori freelance del Regno Unito – ha aggiunto: “I professionisti indipendenti assicurano innovazione e creatività all’economia europea e a quella globale. L’impegno dell’EFIP sarà proprio quello di incoraggiare l’innovazione”.

Il nuovo sito web dell’EFIP è ancora in costruzione. Il vecchio sito dell’IFE è ancora on-line all’indirizzo http://www.independents-forum.eu.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

Commenti chiusi