Acta l'associazione dei freelance

Il fisco per traduttori e interpreti. Un corso a Pisa con il commercialista convenzionato ACTA

| 28 ottobre 2010 | LETTO: 5.117 VOLTE | 7 COMMENTI | Autore: | SHORT URL |

Segnaliamo ai professionisti traduttori e interpreti della Toscana la terza edizione del corso di formazione tenuto dal commercialista Giuseppe Bonavia (consulente contabile e fiscale che ha definito una convenzione con ACTA):

"Gli adempimenti fiscali del traduttore/interprete professionale - L'importanza di dotarsi una bussola per orientarsi fra le norme fiscali vigenti"
PISA, sabato 20 novembre 2010, ore 10:00-13:00 e 14,30 - 18,30
SEDE: Grand Hotel Duomo (Via Santa Maria, 94 - PISA)

Obiettivi della giornata:
  1. favorire la coesistenza tra una professione considerata creativa e i vincoli oggettivi delle regole contabili e fiscali;
  2. contribuire alla trasformazione del modello"traduttore/interprete-artigiano" in quello di "traduttore/interprete-imprenditore";
  3. giungere a compiere scelte operative miranti a minimizzare l'impatto della tassazione ed ottimizzare il tempo speso in adempimenti burocratici.
Tematiche affrontate:
  1. Il traduttore/interprete fra la libera professione e l'impresa. Forme giuridiche di associazione e altre forme di collaborazione possibili. La partita IVA;
  2. Le principali Imposte: IRPEF, IRAP, IVA: loro definizione, calcolo e pagamento; le scadenze, le sanzioni su ritardi o omissioni;
  3. La contribuzione obbligatoria all'INPS: soggetti obbligati al pagamento, casi di abbattimento del contributo, alternative possibili;
  4. La contabilità del traduttore-interprete: i vari regimi contabili, fruibilità di regimi agevolativi comportanti riduzione delle imposte, i registri obbligatori, l'annotazione di compensi e spese, la detraibilità dei costi sostenuti per la professione;
  5. L'emissione della fattura, l'addebito della rivalsa INPS, dell'IVA e l'applicazione della ritenuta d'acconto IRPEF; la fatturazione delle operazioni con l'estero;
  6. Gli studi di settore come strumento di contrasto all'evasione; le possibili conseguenze dell'errata compilazione;
  7. Le prestazioni occasionali e le formalità connesse (trattazione solo eventuale, su richiesta);
  8. L'apporto ed il costo di eventuali consulenti (commercialista; consulente del lavoro; avvocato, ecc.);
  9. Risoluzione pratica di problemi concreti.
Il corso è a numero chiuso e presentato in collaborazione con ACTA che ha una nutrita componente di traduttori e interpreti tra i suoi iscritti e si occupa delle loro problematiche da tempo.
Il docente è Giuseppe Bonavia, commercialista e revisore contabile in Pisa. Ha già tenuto svariati corsi di formazione in materia di adempimenti contabili e problematiche per traduttori e interpreti professionali.
La quota di iscrizione è di euro 160,00 e include anche il pranzo, presso il ristorante dell'Hotel Duomo.
Al termine del corso verrà rilasciato ai partecipanti un attestato di frequenza.
Per ulteriori informazioni potete contattare direttamente l'organizzazione del workshop al seguente indirizzo e-mail: "sabritursi (at) alice (punto) it" oppure chiamare il numero 347.3972992 (Sabrina Tursi).
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

7 COMMENTI »