Acta l'associazione dei freelance

Sperequazioni del Fisco, più alti i contributi degli autonomi più basse le detrazioni

| 7 giugno 2010 | LETTO: 2.449 VOLTE | NESSUN COMMENTO | Autore: | SHORT URL |

L’alto peso di contributi a carico dei lavoratori autonomi iscritti alla Gestione Separata si riflette anche in minori detrazioni fiscali.

Il nostro sistema fiscale prevede una detrazione da calcolare in funzione del reddito netto (R1-R2, dove R2 è il reddito abitazione). Il modello UNICO prevede questo calcolo al rigo RN12 secondo la seguente formula:

  • Quoziente=(55000-Reddito_netto)/50200
  • Detrazione spettante=1104*Quoziente

Il Reddito netto comprende in realtà anche i contributi a carico del lavoratore e questo calcolo è estremamente svantaggiosa per i tutti i lavoratori autonomi, che versano personalmente tutti i contributi dovuti (ovvero: Gestione separata con IVA, artigiani, commercianti ecc.).

Facciamo un esempio:

Situazione attuale della Gestione separata con IVA

  • Reddito di attività: € 36.000  (Rigo RN1)
  • Contributi: €  9.619  (a carico totale contribuente)
  • (Reddito al netto dei contributi € 26.381)
  • Quoziente=(55000-36000)/50200=0,3784
  • Detrazione=1104*0,3784 =   418

 

Se il nostro reddito fosse calcolato al netto di una parte dei contributi previdenziali,  in maniera analoga a quello di dipendenti e parasubordinati, la detrazione fiscale sarebbe più favorevole di € 141.

Se anche noi potessimo detrarre i 2/3 dei contributi come se fossero versati dal committente o datore (Co.Co.Pro, dipendenti), avremmo una diminuzione del reddito di attività da indicare nel rigo RN1; ecco i nuovi calcoli (NB: il nostro reddito al netto dei contributi non è cambiato):

  • Reddito di attività: € 36.000 (Rigo RN1)
  • riduzione 2/3 Contributi €  6.412,8
  • Nuovo reddito d'attivita € 29.587,2  (nuovo rigo RN1)
  • Nuovo Quoziente=(55000-29587,2)/50200=0,506231
  • Detrazione=1104*0,5062= €  559     (Rigo RN12)

Da notare, inoltre, che il reddito netto (RN1) è alla base dei calcoli per gli sconti su numerosi servizi (scuole, asili, mense figli ecc.).

Cosa suggerire per rendere equo questo calcolo?

Utilizzare per il calcolo del quoziente il reddito al netto dei contributi sociali obbligatori, o meglio ancora considerare il rigo RN4 - Reddito Imponibile.

Articolo di Luigi Daghetti

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

Commenti chiusi