Acta l'associazione dei freelance

Ammortizzatori sociali per collaboratori

| 20 febbraio 2010 | LETTO: 1.830 VOLTE | NESSUN COMMENTO | Autore: | SHORT URL |

La Legge Finanziaria 2010, Legge n. 191/2009 (.PDF in download) introduce con l'ART. 2 comma 130, disposizioni che, con effetto dal 1° gennaio, da un lato rafforzano i già esistenti strumenti di sostegno al reddito, ampliandone la sfera di attuazione, dall'altro favoriscono il reinserimento nel mercato del lavoro di lavoratori disoccupati.

L'indennità una tantum spetta ai collaboratori coordinati e continuativi che:

  • operino nella modalità a progetto in regime di monocommittenza;
  • hanno conseguito nell'anno precedente, un reddito lordo compreso tra 5.000 e 20.000 euro;
  • per i quali l'anno precedente sono state accreditate almeno tre mensilità di contribuzione presso la Gestione separata Inps e, nell'anno di riferimento, di almeno una mensilità di contribuzione alla stessa Gestione;
  • sono senza contratto di lavoro da almeno due mesi.

L'indennità una tantum è pari per gli anni 2010 e 2011 al 30% del reddito percepito nell'anno precedente, con un tetto massimo di 4.000 euro. Qui, in download la Circolare esplicativa dell'INPS: Circolare n. 36 del 09 marzo 2010.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

Commenti chiusi