Acta l'associazione dei freelance

"Le professioni per l'impresa" presto in libreria

| 28 agosto 2009 | LETTO: 1.446 VOLTE | NESSUN COMMENTO | Autore: | SHORT URL |

Il 1° settembre 2009 esce in libreria Le professioni per l’impresa. Caratteri distintivi, fattori di successo e testimonianze a cura di Claudio Antonelli, prefazione di Enrico Sassoon (leggi la scheda in formato .PDF).

Il mondo delle professioni è importante per l’economia di oggi. Il lavoro intellettuale è un fattore competitivo e probabilmente diventerà l’elemento decisivo del prossimo futuro, sia con le professioni esterne sia con quelle interne all’impresa.

Per progettare nuove forme efficaci di organizzazione dell’impresa in un’economia della conoscenza è necessario conoscere le peculiarità delle professioni. La forma organizzativa che meglio esprime il valore delle professioni è la rete delle competenze, attorno a un nucleo essenziale di poche regole fisse. Dai concetti che fondano l’identità della professione nasce un modello di descrizione e di interpretazione del mondo professionale e del ruolo che esso può svolgere nell’economia e nelle aziende stesse. I caratteri distintivi della professione ne definiscono il profilo d’identità, mentre i fattori di successo determinano l’entità del valore aggiunto.

Alcune testimonianze di professioni per l’impresa esemplificano e rendono concreto il modello proposto, confermando le tendenze evolutive delle nuove professioni (professioni ICT, temporary manager, esperto di logistica, project manager, marketing manager, consulente di direzione aziendale).

Ciascun caso professionale richiama la disciplina di riferimento, i problemi tipici da affrontare e il ruolo del professionista. Il profilo di competenze, i criteri e i metodi di accreditamento completano il quadro di identificazione della professione specifica. Le associazioni professionali hanno compiti di stimolo e di regolazione, nell’interesse della comunità professionale e dell’utenza delle prestazioni.

I destinatari di questo testo sono coloro che desiderano attrezzarsi per vivere e organizzare la nuova impresa in modo appropriato: professionisti, manager, imprenditori e tutti i protagonisti dell’impresa del futuro.

Con contributi di riflessioni e testimonianze da parte di: Roberto Bellini, Angelo Deiana, Bruno Lodi, Giovanbattista Marini, Sergio Meacci, Carlo Notari, Walter Giorgio Scott, Gian Luigi Vecchi.

Claudio Antonelli è consulente di organizzazione e direzione, partner di MAST – Management: Society and Technology, Presidente di PIU’ (Professioni Intellettuali Unite), vicepresidente del comitato scientifico CoLAP e past president dell’Associazione italiana dei consulenti di organizzazione e direzione. È impegnato attivamente nell’associazionismo professionale dal 1982.

Prefazione. Impresa 2.0, di Enrico Sassoon

Introduzione. L’impresa come rete di professioni, di Claudio Antonelli
* Questo libro: perché
* L’impresa tradizionale è un condominio
* L’impresa è un network professionale
* Il valore aggiunto dalle professioni

PARTE PRIMA - Il mestiere di pensare

La rilevanza delle professioni, di Claudio Antonelli
* Chi è il lavoratore della conoscenza?
* Segmentazione dell’universo delle professioni
* Quattro motivi di importanza
* Manca consapevolezza e visibilità
* Eppure l’identità esiste (a volerla vedere)
* Bibliografia

Identikit della professione, di Claudio Antonelli
* Due radici profonde
* I caratteri distintivi di una professione
* I necessari regolatori dell’equilibrio
* Fattori di eccellenza
* Conclusione
* Bibliografia

Associazionismo professionale: perché e come, di Claudio Antonelli e Angelo Deiana
* Unire, rappresentare e regolamentare le professioni
* Il sistema ordinistico
* Il sistema associativo
* Il percorso per il riconoscimento
* Il valore aggiunto dalle professioni
* Bibliografia

PARTE SECONDA - Esperienze e casi di professione

Le professioni ICT, di Roberto Bellini
* Evoluzione delle tecnologie digitali e shortage delle competenze
* L’innovazione nel modo in cui pianificare e monitorare le esigenze di aggiornamento professionale
* Lo standard di competenze come base per lo sviluppo di un nuovo modello professionale
* L’accelerata internazionalizzazione delle competenze e delle professionalità ICT
* Conclusioni

La professione di temporary manager, di Bruno Lodi
* Temporary management: uno strumento per le Imprese
* L’evoluzione del temporary management: da soluzione tattica a leva di cambiamento radicale
* Il profilo del temporary manager oggi
* Il mercato del temporary management in Italia
* Gli aspetti contrattualistici e le incentivazioni all’uso
* La qualificazione e l’attestazione
* Il ruolo dell’associazionismo

La professione di logistico, di Giovanbattista Marini
* Il ruolo della logistica nelle aziende
* La gestione pratica della logistica nei vari tipi di aziende
* La funzione logistica: nascita, evoluzione, tendenze
* L’insegnamento della logistica
* Il profilo del logistico
* Il ruolo dell’associazionismo
* La certificazione dei logistici

La professione di marketing manager, di Walter Giorgio Scott e Sergio Meacci
* Le nuove realtà del marketing
* Le 10 priorità del marketing manager
* Conclusioni
* Altri riferimenti di bibliografia essenziale

La professione di project manager, di Carlo Notari
* Le competenze del project manager: ambiti, strumenti e soft skill
* Preparare i PM del futuro; IL PM e l’etica
* Il project manager come agente del cambiamento
* Le certificazioni del PMI
* Il PMI® – Northern Italy Chapter

La professione di consulente di direzione, di Gian Luigi Vecchi
* Ruolo e professione del consulente di direzione
* Tendenze evolutive e sviluppi attesi
* Il processo di generazione della conoscenza
* Le competenze richieste al consulente di direzione
* Il ruolo dell’associazionismo

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

Commenti chiusi