Acta l'associazione dei freelance

ACTA organizza seminari e cerca collaboratori

| 16 marzo 2009 | LETTO: 1.339 VOLTE | NESSUN COMMENTO | Autore: | SHORT URL |

La formula

La formula a cui stiamo pensando prevede seminari di 2 ore circa, suddivise in due interventi di 30 minuti (il primo di riflessione teorica, il secondo basato su aspetti esperienziali e pratici) e un’ora per la discussione con il pubblico.

Gli obiettivi

  1. Mettere a fuoco la filiera della produzione di valore economico in cui sono collocate le collaborazioni conoscitive e creative. Per farsi pagare occorre capire bene in quale modo il lavoro conoscitivo e creativo produce ricchezza, e in che misura, in quale fase del processo produttivo.
  2. Approfondire la riflessione sulla relazione tra le aziende e la conoscenza, la creatività
  3. Promuovere la consapevolezza dell'importanza economica del lavoro conoscitivo e creativo nell'economia italiana in crisi e stimolare la sua valorizzazione.
  4. Trovare nuove modalità per difendere il lavoro cognitivo e creativo in questa fase di crisi.
  5. Diffondere e promuovere ACTA.

Il Metodo

Il metodo di lavoro del progetto Seminari ACTA riflette le sfaccettature della realtà attuale del lavoro cognitivo e creativo. Per questo i seminari sono pensati in un ottica interdisciplinare e adottano un'architettura aperta ai contributi di competenze diverse, interessi molteplici, ambienti e saperi fin ora non comunicanti: accademici e ricercatori (economisti, sociologi, giuslavoristi), professionisti autonomi impegnati nelle numerose specializzazioni innovative del lavoro cognitivo e creativo (ricercatori, esperti della comunicazione, formatori, designer, organizzatori di eventi…) altre associazioni professionali, sindacalisti e rappresentanti delle associazioni di impresa, dirigenti di aziende e della PA in qualità di committenti di servizi, movimenti spontanei, politici.

I temi

Il tema proposto sarà affrontato tenendo conto delle sue varie sfaccettature: perciò ogni singolo appuntamento sarà centrato su una domanda a cui si cercherà di dare risposta. Gli argomenti a cui stiamo pensando sono:

  • perché la domanda di professioni basate sulla conoscenza è sempre più ridotta, nonostante tutti sostengano che l'economia conoscitiva e creativa sia alla base della moderna economia?
  • il lavoro flessibile dovrebbe costare di più, ma spesso i lavori flessibili sono anche quelli meno remunerati. Perché? Perché tutta l’attenzione è posta sulla precarietà e non sul reddito?
  • come si definisce nella teoria e nella pratica il valore del lavoro nelle professioni della conoscenza?
  • come aumentare il potere contrattuale in un mercato del lavoro sempre più individualizzato?
  • come viene gestita nei fatti la contrattazione individuale con il committente?
  • come il sistema di rappresentanza che stiamo cercando di costruire può intervenire a supporto dei redditi?

CALL FOR CONTRIBUTORS

Per svolgere la funzione di promuovere ACTA il progetto dei Seminari ha bisogno di un progetto di comunicazione e di persone disposte a mettere a disposizione le loro competenze. Abbiamo bisogno di collaborazione per formare un team di volontari che si occupi delle diverse esigenze del progetto, sia a livello senior che junior. Il team sarà coordinato da Giannino Malossi che ha una solida esperienza internazionale nella gestione di eventi culturali. Le posizioni aperte, sia senior che junior, sono rivolte a:

  • relazioni pubbliche, rapporti con i media tradizionali;
  • esperti di new media/social network;
  • esperti di web design, intercation design;
  • esperti di produzione/riprese video, audio;
  • grafici editoriali, esperti di editing, packaging, traduzione;
  • esperti di organizzazione eventi, segreteria generale.

Chi fosse interessato può proporre la propria candidatura scrivendo a info@actainrete.org. Non è prevista una remunerazione economica (non abbiamo un budget), ma soltanto il rimborso delle spese autorizzate e documentate. Naturalmente per tutti noi potrà costituire un'occasione per creare nuove reti relazionali, preziose per il nostro lavoro. ACTA, inoltre, garantisce la piena visibilità di tutti coloro che apporteranno un contributo.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

Commenti chiusi