Acta l'associazione dei freelance

Come e perché è utile avere un "contratto"

| 13 dicembre 2008 | LETTO: 4.537 VOLTE | NESSUN COMMENTO | Autore: | SHORT URL |

Per le prestazioni di lavoro autonomo professionale, a differenza per esempio della collaborazione a progetto, non è obbligatorio il ricorso al contratto scritto. La mancanza di un quadro normativo di riferimento rende particolarmente importante che ci sia un documento scritto e firmato dalle parti: Convenzione, Lettera di incarico, Ordine scritto.

Questo documento, poiché è un importante oggetto di riferimento in un eventuale contenzioso, è bene che comprenda:

  • la descrizione sufficientemente dettagliata del servizio richiesto;
  • i tempi di consegna da parte del committente delle informazioni o dei materiali necessari alla progettazione e/o realizzazione;
  • i tempi di consegna del professionista;
  • il prezzo pattuito, indicando se sono compresi o esclusi l’IVA, gli oneri previdenziali, gli eventuali rimborsi spese (e la loro quantificazione);
  • i tempi e le modalità di pagamento;
  • la data e le modalità di recesso.

Importante: anche le e-mail possono essere utili in caso di contenzioso. In mancanza di un contratto scritto è importante quanto meno che tali specifiche siano definite in uno scambio di messaggi di posta elettronica. Si ricorda che in caso di contenzioso è competente la Giustizia ordinaria, non il Tribunale del Lavoro.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email

Commenti chiusi